Il post della senatrice Blundo.
Il post della senatrice Blundo.

Un Blundo complotto

Sarebbe niente che la senatrice Blundo è del MoVimento 5 Stelle. La cosa grave è l’essere una docente di scuola primaria, ora senatrice, quello si che è grave. Sul suo profilo personale il post c’è ancora, opportunamente corretto, ma – tante volte lo togliesse – eccolo:

Il post della senatrice Blundo.

Il post della senatrice Blundo.

La senatrice non può negare, tuttavia, d’aver scritto altro: l’ANSA ha pubblicato il post originale, nel quale affermava: «Il Tg1 apre dichiarando una scossa di 7.1 e poi la declassa a 6.1, ancora menzogne per interessi economici di Governo!!! Anche il terremoto che ha distrutto L’Aquila fu ‘addomesticato’ a 5.8…Il tutto per non risarcire i danneggiati al 100%».

Ci credo che Enrico Mentana, da fine giornalista quale è, s’è fatto immediatamente uscire la voce e ha prontamente smentito:

Il post di Enrico Mentana.

Il post di Enrico Mentana.

Queste sono cose che fanno indignare. Non mi meraviglio, sia chiaro: ovunque ci sono buoni e cattivi, lo sappiamo fin dai tempi della scuola. E fare certe affermazioni dall’alto del pulpito senatoriale non depone affatto bene.

Non sono certo meno gravi i trentanove “non ricordo” della deputata PD Micaela Campana, solo per dirne una, quindi i troll si mettano un tappo in bocca e tacciano da subito. Non va bene, non va bene in ogni caso. E certi personaggi, di qualunque partito siano, per me non dovrebbero stare né in aula ad insegnare né, men che meno, al governo.

Di persone simili possiamo tutti fare volentieri a meno, MoVimento 5 Stelle o no.

x

Check Also

Keep Calm!

Caos Roma, Repubblica sbaglia obiettivo: il problema non è Di Maio, Di Battista lo sa

Il problema, ovviamente, non è Di Maio. È piuttosto Repubblica, che ha sfruttato l'occasione per gettare fango gratis e propinare pubblicità. Fermo restando l'errore, non un comportamento propriamente cristallino.